Normativa Piscine

normativa piscine

CHI DEVE INTERESSARSI PER LA NORMATIVA?

Il tecnico del cliente è il responsabile del cantiere e della realizzazione, deve quindi necessariamente riferirsi alla normativa.
Lo Sapio Pools progetta la piscina seguendo le norme nella loro versione più restrittiva, ma solo per quanto riguarda la piscina e l’impianto.
Nel caso di realizzazioni di tipo pubblico (es. comunali), collettività (hotel, camping, etc…) e condominiali, il committente deve informarsi in maniera approfondita relativamente al resto (bagni, area verde, etc…).

COSA CAMBIA TRA UN IMPIANTO PER PRIVATI E PER PISCINE AD USO COLLETTIVO?

La normativa UNI del 2016 ha definito precisamente le caratteristiche degli impianti piscina a seconda della destinazione d’uso. All’interno della normativa, è possibile consultare una tabella ove sono indicate le regole generali da seguire in relazione alla classificazione delle piscine.
E’ da tenere in considerazione che in Italia ogni Regione ha emanato un regolamento locale che recepisce la normativa in modo personalizzato; per avere la certezza delle regole, oltre alla normativa UNI 10637 del 2016, è necessario consultare il sito della Regione ove deve essere realizzata la piscina.

COSA SI INTENDE PER PISCINA AD USO PUBBLICO?

Da norma UNI 10637 lo sono tutte le piscine per alberghi, club, residence, centri fitness, villaggi turistici, agriturismi, campeggi, impianti comunali, ecc.

CHE SISTEMI DI FILTRAZIONE SI DEVONO USARE PER UNA PISCINA AD USO PUBBLICO?

Secondo la normativa UNI 10637/2016, Accordo Stato – Regioni, le piscine pubbliche devono obbligatoriamente dotarsi di sistemi a sfioro; per alcune categorie c’è la possibilità di utilizzare gli skimmer ma seguendo le prescrizioni della normativa.

CHE DIMENSIONI DEVE RISPETTARE UNA PISCINA PER COMPETIZIONI?

Larghezza vasca: la Federazione Italiana Nuoto accetta come larghezza minima delle corsie 2m, mentre gli standard internazionali prescrivono i 2.5m. Maggiore è il numero di corsie e maggiore è la potenzialità della piscina. Profondità acqua: la Federazione Italiana Nuoto consiglia come profondità minima 1.35m, anche se la Federazione Internazionale accetta la profondità di 1.20m. La definizione certa della profondità è importante perché identifica il volume della vasca sul quale calcolare la capacità dell’impianto di filtrazione.

QUALI NORMATIVE SI DEVONO SEGUIRE PER LA REALIZZAZIONE DI UNA PISCINA AD USO PUBBLICO?

Si deve fare riferimento alla normativa UNI e Regionale che è possibile verificare tramite gli specifici siti internet.

 

CREA LA TUA PISCINA