Come progettare una piscina interrata: ideare il progetto

È facile volere “ una piscina tutta mia” e immaginarsi in una bella vasca in giardino, o stesi al sole tra una nuotata e l’altra. Più difficile è invece schiarirsi le idee su come procedere.

Sapere come progettare una piscina è fondamentale per arrivare all’inizio dei lavori con la tranquillità di aver fatto le scelte giuste anche per evitare errori, imprevisti e ripensamenti

Ecco i punti fondamentali:

1. LUCE

La posizione migliore per la piscina è quella che permette di beneficiare maggiormente dell’esposizione ai raggi solari nell’arco della giornata. Questo favorirà l’innalzamento della temperatura dell’acqua, con due importanti vantaggi:

  1. l’opportunità di ampliare il periodo di balneazione
  2. la possibilità di risparmiare, in termini energetici ed economici, nel caso in cui sia presente un impianto di riscaldamento.
2. PRIVACY

Ovunque tu decida di collocare la picina, la privacy da occhi indiscreti è fondamentale per sentirsi a proprio agio.

3. VENTO

Una corretta schermatura della piscina permette di ridurre la caduta di foglie, polveri e altri agenti inquinanti in vasca, alleggerendo il lavoro dell’impianto di filtrazione e assicurando una pulizia maggiore. Riparare la vasca dal vento, inoltre, aumenta il comfort dei bagnanti e riduce l’evaporazione dell’acqua

LA FANTASIA DELLE FORME

 

In teoria non ci sono limiti nell’immaginare la forma della propria piscina. Grazie alle moderne tecniche di costruzione potrai ottenere un alto livello di personalizzazione e originalità.

Gli unici vincoli da tenere in considerazione sono quelli dettati dalla conformazione del tuo giardino o dalla presenza di particolari elementi naturali o artificiali preesistenti e dal tipo di materiale che sceglierai per la tua piscina.

Le forme geometriche (rettangolare, quadrata a L, ecc.) sono particolarmente diffuse in ambito residenziale, in quanto rappresentano l’unione tra design, funzionalità e risparmio: questa forma garantisce una manutenzione più agevole e una maggiore facilità di copertura.

 

CONFIGURA LA TUA PISCINA

 

FONDO E DIMENSIONI CONTANO

La scelta delle dimensioni della vasca non dev’essere casuale. Le possibilità di personalizzazione possono rendere qualunque piscina un’opera unica, plasmata sulle tue esigenze. La decisione dovrebbe quindi essere la risposta a una chiara domanda: qual è l’uso che si intende fare della piscina?

Facciamo alcuni esempi:

  • se l’obiettivo è l’allenamento, la vasca, oltre ad avere una forma rettilinea, dovrà raggiungere una lunghezza pari almeno a 12,5 metri (sottomultiplo delle distanze di gara) e una profondità non inferiore a 1,20 metri.
  • se la piscina è uno spazio per il divertimento, forma e dimensioni potranno variare. I tuffi, ad esempio, richiedono una profondità minima di 2 / 2,5 metri, se effettuati da bordo vasca, ma se si desidera saltare da un trampolino di 1 metro, allora serviranno almento 3 metri d’acqua, più una buca per i tuffi in una parte circoscritta della vasca.
  • una piscina incentrata sul benessere, invece, potrà essere dotata di confortevoli sedute con getti idromassaggio o cascate d’acqua, e caratterizzata da una forma più libera.
  • se le esigenze da accontentare sono varie si può poi optare per un mix: alla classica vasca per il nuoto puoi abbinare un’area tutta dedicata al relax con insenature tondeggianti.

 

CONFIGURA LA TUA PISCINA

realizzazione piscine napoli

PROMO 2020

Scegli la tua piscina entro il 31 dicembre 2020 e risparmi il 50% sugli accessori.

IL PULITORE E’ GRATIS

Giorni
Ore
Minuti
Secondi